Il Viaggio, Giorno 1

Partiti da Ferrara alla 7.43 dopo qualche “invocazione mistica” nel caricare la macchina, un tempo schifoso con un cielo grigio e plumbeo, fortunatamente non piove (ancora), ma alle 8.10 il notiziario radio annuncia “allerta meteo zona Genova, Imperia, Ventimiglia” perfetto proprio sul nostro percorso …
Dopo una rapida sosta a Parma per riconsegnare il telepass, prendendo la A21 per andare verso la Liguria ci siamo resi conto guardando il meteo su internet che la pioggia ci accompagnerà fino in Francia, ci sarà un motivo? Che sia destinata a lavare via tutta la sfida che ci ha accompagnato nell’ultimo anno ?
Ore 11.48 inizio autostradale delle Alpi Marittime, le autostrade segnalano lavori in corso con il cartello che recita “Men on the road” (uomini in strada) ma una volta l’avviso non comunicava  “Men at work” (uomini al lavoro)? Cosa ci fanno degli uomini per strada se non lavorano ?
Espatriamo verso le 14.00 e capita una cosa buffissima … usciamo dalla A8 pagando il pedaggio, facciamo una curva, in tutto 500 metri e ci chiedono di pagare nuovamente il pedaggio (€2,50) … scatta automaticamente il sorriso ebete !
L’addetta con un’espressione di compatimento materno ci spiega che il pedaggio vale sino a Nizza … “ah ho capito” …
Dopo Marsiglia la pioggia smette di cadere e il cielo si apre, regalandoci un meraviglioso tramonto.
Tra piccole soste e qualche foto arriviamo ad Arles in Camargue dove ci avventuriamo alla ricerca di un hotel e con la fortuna degli incoscienti, senza cartine ed indicazioni troviamo al secondo tentativo (il primo era decisamente fatiscente e chiuso) un hotel carino e pulito addirittura con hi-fi gratuito.
Un cena leggera e dritti a dormire !

Lascia un commento