Ali-Oli



Con l’occasione di una uscita (1) fotografica, oggi siamo stati ad Agaete, una bella cittadina sulla costa orientale dell’isola. I Photowalk, organizzati da Alessandro, sono delle splendide escursioni in posti interessanti dove appassionati di fotografia a vari livelli si riuniscono per condividere e praticare la propria passione e farsi una mangiata in compagnia.

 

Proprio in occasione della “mangiata” che ho scoperto l’Ali-Oli, una oscura ricetta canara a base di aglio, olio di oliva extravergine e alcuni misteriosi ingredienti (puramente vegetali).
Questo dono degli dei ai comuni mortali ha due compagni di viaggio indissolubili “Pan y Cerveza” (Pane e Birra).
Da spalmare sul pane scaldato, sia fresco che biscottato è qualcosa di splendido, accompagnato dalla birra locale la “Tropical” e un cibo che non dovete farvi mancare se passate da queste parti.
(personalmente però va bene qualsiasi birra chiara non troppo forte di sapore e non troppo gasata)


L’appuntamento era per le 9 e con Alessandro e sua moglie Maria, dopo aver caricato la macchina con gli zainetti e l’attrezzatura del caso, ci siamo immessi sull’autopista in direzione nord verso Las Palmas per poi prendere lo svincolo verso la costa ovest. 
Nel percorso sono riuscito a superare il mio record su una rotatoria nella tangenziale di Las Palmas: ben 4 giri mentre Alessandro cercava di interpretare il navigatore satellitare del telefono. Alla fine riusciamo a riprendere la strada senza altri record.
Raggiungiamo Agaete e ci dirigiamo nella piazza davanti alla chiesa dove è il punto di raccolta. Piano piano arrivano gli altri partecipanti e iniziamo a girovagare per la cittadina e, tra uno scatto e l’altro, scopriamo che è in preparazione una festa che inizierà nel primo pomeriggio.

 

Infatti dopo il pranzo trascorso tra fette di pane con Ali-Oli e sorsate di cerveza, iniziamo a sentire i tamburi e uscendo scorgiamo un fantasmagorico corteo. Lascio lo spazio alle immagini che sono, come sempre, meglio di mille parole. Una nota di merito ai ragazzi con i tamburi che hanno creato una colonna sonora piena di ritmo e fini variazioni che, da buon musicista, mi hanno mandato in estasi.

 

Dopo aver lasciato il corteo decidiamo per digerire il pasto con una passeggiata sino al porto e un’altra meraviglia ci viene incontro, nel vero senso della parola …
L’Oceano (2) burrascoso ci affascina e cattura con tutta la sua magnificenza e le suo onde. Un spettacolo che avrei voluto condividere con tutti gli amici più cari. Amo il mare e l’ho vissuto abbastanza in gioventù, ma quell’Adriatico che tanto mi ha affascinato, quel Tirreno che mi ha accolto in immersioni indimenticabili sono ben poca cosa davanti alla potenza di questo Oceano Atlantico. Potenza allo stato puro, non credo che si sia altra forza più grande sul nostro bel pianeta.

 


Un abbraccio Rico & Pia.

 



(1)
della serie LA RUBRICA: Lo Spagnolo e le “trappole” per Italiani
C’è una parola tra le tante in spagnolo che mi ha fatto impazzire: SALIDA. La prima volta che l’ho letta era su un autobus e vedevo le persone scendere. Ok mi sono detto anche qui le regole vengono rispettate ogni tanto. Poi salgo sull’autobus e leggo sul vetro chiuso: SALIDA. Fermi un attimo !! C’è qualcosa che non quadra, poi spulciando sul ”Manuale del Perfetto Turista Italiano” leggo che SALIDA significa USCITA! Quindi mi raccomando non fate come me, SALIDA non centra nulla con il verbo SALIRE !!

 

(2)
Dopo averlo visto non riesco più a scrivere la parola Oceano con la “o” minuscola. Troppo è il rispetto ed il timore che mi inspira.

Lascia un commento